28 giugno 2007

Telefonata da lontano

Lo so che tutti state aspettando la terza puntata del romanzo ambientato al CERN... In attesa dell'ispirazione, ecco una vecchia canzone di Tom Waits. Le canzoni veramente belle sono tutte tristi. Le canzoni allegre al massimo possono essere carine, divertenti... Questa è bellissima e tristissima. Fa parte del primo album di Tom Waits, Closing Time, del 1973.

Tom Waits 1973
MARTHA

Centralinista, per favore il numero
sono passati tanti anni
Riconoscerà la mia vecchia voce
mentre trattengo le lacrime?
Pronto, pronto, sei Martha?
parla il vecchio Tom Frost,
è una telefonata interurbana
non preoccuparti del costo.
Perché sono quarant'anni forse più,
ora Martha per favore cerca di ricordare,
Troviamoci a prendere un caffè
e parleremo di tutto.

Ed erano i giorni di rose,
poesia e prosa e Martha
avevi solo me ed io avevo solo te
Non c'era nessun domani
avevamo impacchettato i nostri dolori
e li avevamo messi da parte per un giorno di pioggia.

E mi sento tanto più vecchio ora,
e anche tu sei più vecchia,
Come sta tuo marito?
e i ragazzi?
sai che anch'io mi sono sposato?
Per fortuna hai trovato qualcuno
che ti ha fatto sentire sicura,
perché eravamo così giovani e stupidi,
adesso siamo maturi.

Ed erano i giorni di rose,
poesia e prosa e Martha
avevi solo me ed io avevo solo te
Non c'era nessun domani
avevamo impacchettato i nostri dolori
e li avevamo messi da parte per un giorno di pioggia.

Ed ero così impulsivo,
credo di esserlo ancora
E allora tutto ciò che veramente importava
era che ero un uomo.
Penso che non fossimo fatti
per stare insieme
E Martha, Martha,
ti amo, non capisci?

Ed erano i giorni di rose,
poesia e prosa e Martha
avevi solo me ed io avevo solo te
Non c'era nessun domani
avevamo impacchettato i nostri dolori
e li avevamo messi da parte per un giorno di pioggia.

E mi ricordo delle sere tranquille,
quando tremavo accanto a te...

4 commenti:

Lorenzo Masetti ha detto...

Il testo originale:

MARTHA

Operator, number, please:
it's been so many years
Will she remember my old voice
while I fight the tears?
Hello, hello there, is this Martha?
this is old Tom Frost,
And I am calling long distance,
don't worry 'bout the cost.
'Cause it's been forty years or more,
now Martha please recall,
Meet me out for coffee,
where we'll talk about it all.

And those were the days of roses,
poetry and prose and Martha
all I had was you and all you had was me.
There was no tomorrows,
we'd packed away our sorrows
And we saved them for a rainy day.

And I feel so much older now,
and you're much older too,
How's your husband?
and how's the kids?
you know that I got married too?
Lucky that you found someone
to make you feel secure,
'Cause we were all so young and foolish,
now we are mature.

And those were the days of roses,
poetry and prose and Martha
all I had was you and all you had was me.
There was no tomorrows,
we'd packed away our sorrows
And we saved them for a rainy day.

And I was always so impulsive,
I guess that I still am,
And all that really mattered then
was that I was a man.
I guess that our being together
was never meant to be.
And Martha, Martha,
I love you can't you see?

And those were the days of roses,
poetry and prose and Martha
all I had was you and all you had was me.
There was no tomorrows,
we'd packed away our sorrows
And we saved them for a rainy day.

And I remember quiet evenings
trembling close to you...

Rodrigo ha detto...

Oi, achei teu blog pelo google tá bem interessante gostei desse post. Quando der dá uma passada pelo meu blog, é sobre camisetas personalizadas, mostra passo a passo como criar uma camiseta personalizada bem maneira. Até mais.

Leti ha detto...

ma icchè c'entra?

Lorenzo Masetti ha detto...

icché c'entra che? la maglietta personalizzata nulla. La canzone boh però è bella