02 settembre 2008

A che ora è la fine del mondo?

I quattro cavalieri dell'ApocalisseAnd I heard as it were the noise of thunder.
One of the four beasts saying "come and see",
and I saw, and behold a white horse.

(Johnny Cash, The man comes around)


"Abbiamo ora in collegamento la famosa astrologa Margherita Hack..."

"Semmai io sarei astrofisica!!"

Il famoso siparietto tra Margherita Hack e una impreparatissima conduttrice televisiva la dice lunga sulla cultura media dei giornalisti, soprattutto quando si sfiorano gli argomenti scientifici.

Il fatto che si parli tanto dell'eventualità che il 10 settembre il mondo finisca risucchiato da un buco nero prodotto da LHC, è preoccupante. Finché ne parla Repubblica niente da stupirsi (a quando la protesta di quelle nude per fermare LHC?) ma la stessa notizia è finita in prima pagina anche su Le Courrier, che sembrava quasi un giornale serio (almeno rispetto alla concorrenza...).

Certo anche senza addentrarsi nei dettagli della confutazione della tesi del prof. Rössler (tesi che oltre a essere errata è anche contraddittoria!), un giornalista avrebbe potuto almeno leggere questo semplice ragionamento (e c'è pure la traduzione in italiano!):
L’LHC, come altri acceleratori di particelle, ricrea i fenomeni naturali dei raggi cosmici
in condizioni controllate di laboratorio, permettendo il loro studio in maggiore dettaglio. I raggi cosmici sono particelle prodotte nello spazio cosmico, alcune delle quali sono accelerate fino ad energie molto superiori a quelle dell’LHC. L’energia e la frequenza con le quali raggiungono l’atmosfera terrestre sono state misurate in esperimenti per più di 70 anni. Durante i passati miliardi di anni, la natura ha già prodotto sulla terra tante collisioni quante ne produrrebbero circa un milione di esperimenti LHC – eppure il nostro pianeta esiste ancora. Gli astronomi osservano un enorme numero di grandi corpi celesti in tutto l’universo, ognuno dei quali è colpito dai raggi cosmici. L’intero universo porta a termine ogni secondo più di 10 mila miliardi di esperimenti analoghi all’LHC. La possibilità di una qualsiasi conseguenza pericolosa contraddice quello che gli astronomi osservano – stelle e galassie esistono tuttora.
Se ancora questo non vi convince cercherà di farlo John Ellis in questo video.

Per la stessa ragione per cui i giornali ospitano ogni giorno una pagina dedicata all'astrologia, preferiscono dare risalto a queste notizie allarmistiche sensazionali.
Il problema è che parlare di quello che succederà veramente il prossimo 10 settembre potrebbe risultare molto più noioso. Dovrebbero spiegare infatti che verrà fatto circolare il fascio nell'acceleratore ad una energia ridotta e soprattutto senza collisioni! Si dovrebbe anche spiegare che l'11 settembre è un giorno festivo (si chiama jeûne genevois, anche se nessuno digiuna!) e tutti ne approfitteranno per fare il weekend lungo. Quindi subito dopo la grande inaugurazione tutto il CERN sarà... in vacanza per quattro giorni.

PS. Giacomo mi ha battuto sul tempo e, non contento di arrivare secondo, gli ho anche rubato l'idea dei quattro cavalieri dell'Apocalisse. Sembra che chi lavora al CERN si senta moralmente tenuto ad esprimersi sull'argomento...

7 commenti:

nepero ha detto...

Ovviamente per me i 4 cavalieri dell'apocalisse rappresentano CMS, ATLAS, ALICE e LHCb...

Lorenzo Masetti ha detto...

Mi ero sbagliato

Leti ha detto...

Prima che il mondo finisca, potresti pubblicare la fine del tuo romanzo?

Lorenzo Masetti ha detto...

Sicuramente sarà pubblicata prima della fine del mondo!

Leti ha detto...

Prima di QUESTA fine del mondo!

davide scaini ha detto...

mio fratello mi ha segnalato il tuo blog... ;-)
effettivamente dev'essere proprio così: anche io mi sono sentito in dovere di esprimermi (a modo mio) sull'argomento. Sarò lieto di linkarti dal mio blog... io generalmente sono un pò più asciutto e polemico perché fondalmentalmente mi incazzo quando si stumentalizzano così le fantasie psicotiche di un chimico...
ho lavorato in cms l'anno scorso e non posso che essere contento di questa inaugurazione a SINGOLO FASCIO... perché alla fine questo non l'ha detto quasi nessuno.
Bel blog bravo! ti metto tra i preferiti
d

davide scaini ha detto...

ah dimenticavo... durante i festeggiamenti ginevrini dell'anno scorso io ho digiunato... dovevo finire del lavoro e sono arrivato dopo la chiusura di R2 (ovvio che R1 è chiuso...)
ho cenato con un caffè (molto zuccherato) alle macchinette del palazzetto di alice ;-)